Precari disperati?!?

20 settembre, 2006

facendo zapping tra blog, mi sono imbattuto in un post… provocante:
Mi vendo per un posto di lavoro
in cui una ‘trentennedisperata’ sostiene di essere arrivata alla frutta dopo anni di lavoro precario, offrendo una (sola) notte di passione a chi la assumerà a tempo indeterminato, per almeno 1200 euro al mese…
L’unica soluzione che riesco a trovare è vendere me stessa.
Esatto, alla persona che mi offrirà un contratto reale, a tempo
indeterminato con uno stipendio minimo di milleduecento euro,
concederò una e soltanto una notte di sesso
“.

Sarà vero? Solo una provocazione?!
Beh, se avete 5 minuti di tempo, leggetevi i commenti (tanti) che ha ricevuto in pochi minuti… alcuni sono davvero esilaranti!!!!

Technorati Tags: ,

Annunci

Ricetta pasticcini di Belem

20 settembre, 2006

vagando in cerca di ricette, mi sono imbattuto in qulla dei mitici Pastei de Belem che mi hanno ricordato il mio ultimo viaggio in Portogallo…
Se qualcuno volesse cimentarsi nella loro preparazione, riporto la loro ricetta…
se poi vi vengono particolarmente bene, e voleste rendermi partecipe della vostra gioia culinaria… avvisatemi!!!!:-D

Per 4 persone

500 g di pasta sfoglia
0,5 dl. d’acqua
150 g di zucchero
1 cucchiaio da minestra di farina
2,5 dl. di latte
4 rossi d’uovo
1 chiara d’uovo
zucchero e cannella in polvere

  Pastéis de Belém – Pasticcini di Belém
Prendono il nome da una delle più belle di Lisbona alla foce del Tago: Belém appunto (contrazione di Betlehem) della famosa Torre simbolo della città, dell’imponente Mosteiro dos Jerônimos, del PadrŸo dos Descobrimentos ma anche del modernissimo Centro Culturale progettato dal nostro Gregotti. Sono dei pasticcini di pasta sfoglia con un ripieno tipo crema inglese, cotti in forno e serviti tiepidi o freddi spolverizzati di cannella o zucchero a velo o di entrambi. La pasta sfoglia potete acquistarla surgelata o farvela vendere dal vostro pasticciere. Stendetela a circa 2,5 cm di altezza e tagliatela a rondelle del diametro che possa servire a foderare degli stampini tipo budino un po’ svasati verso l’alto.

Fate scaldare l’acqua con lo zucchero sino a che si addensi e faccia il filo. A parte diluite la farina in poco latte freddo poi unite il latte restante i rosse e la chiara d’uovo (prima ben sbattuti); aggiungete lo zucchero diluito nell’acqua e ponete la casseruola in un bagno maria facendo cuocere per 10-12 minuti senza mai smettere di mescolare. Con questo composto riempite le formine già foderate di pasta e fate cuocere in forno caldo (250Ç) per circa 25 minuti; servite spolverizzando con zucchero e/o cannella.

  belem

Technorati Tags: , ,