Caso Di Pietro – Matsella…

Il politico e il magistrato…
peccato che come ministro della Giustiza ci sia il politico, e non il magistrato!
E questa situazione scricchiola, sempre più spesso…
Dal Corriere:
Nega di voler far fuori dal governo Clemente Mastella. Chiede
però al centrosinistra di cambiare la sua politica per la
giustizia. Perché «io posso anche uscire dal governo, ma
è la maggioranza che deve stare attenta a non uscire dal
consenso del Paese». Antonio di Pietro chiarisce la sua posizione
ai microfoni del Gr3 all’indomani dello scontro con il Guardasigilli
(“Di Pietro mi ha rotto” aveva dichiarato Mastella dopo che tre
senatori dell’Italia dei valori hanno deciso di non votare un articolo
del ddl che porta il suo nome facendo andare sotto la maggioranza per
un voto al Senato).
[…]
«Il mio invito – osserva – è non a personalizzare la
situazione tra me e Mastella, ma a prendere coscienza di fondo che la
giustizia è una materia su cui il centrosinistra non può
abdicare». I suoi senatori torneranno a votare con gli altri del
centrosinistra il provvedimento Mastella? «Non metteremo a
rischio né la coalizione di governo né questa maggioranza
– assicura – però non è una buona ragione perché
poi si passi sopra su ragioni fondamentali per cui ci siamo messi a
fare politica: rilanciare la giustizia all’interno delle istituzioni ed
evitare che sprechi, corruzione e malaffare regnino nel nostro
Paese»

e critica (nuovamente) l’indulto…
leggi l’articolo

Technorati Tags: , ,

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: