Partita la campagna europea anti-DRM

Ci sono ancora una volta quelli di Free Software Foundation Europe dietro ad un’iniziativa ambiziosa che mira ad alzare il tono del dibattito intorno alle tecnologie anticopia, quel Digital Rights Management contro cui ieri è stata celebrata la Giornata mondiale anti-DRM.
Proprio ieri è stata annunciata la nascita di DRM.info,
una piattaforma di informazione collaborativa interamente dedicata a
descrivere e contrastare i potenziali pericoli del DRM (qui definito Digital Restriction Management).
“I
tuoi dispositivi non si fidano di te!”: questo è il messaggio di
base del DRM – spiega Joachim Jakobs, media coordinator di FSF Europe –
Infatti si fidano di te così poco che non ti avvertono neppure
di averti messo sotto controllo. Il caso del rootkit Sony
ha dimostrato che il software è stato installato segretamente
senza il consenso dell’utente, che trasferisce informazioni a Sony e
che persino danneggia l’installazione di Windows quando si cerca di
rimuoverlo”.
“Le tecnologie DRM – sottolinea il presidente di FSFE Georg Greve –
sono basate sul principio che una terza parte ha più influenza
sui tuoi dispositivi di quanta ne abbia tu, e che l’interesse di questa
terza parte valgano più dei tuoi quando le due parti entrano in
conflitto. Questo è vero anche quando l’interesse del
consumatore è perfettamente legittimo, e legale, e spesso e
volentieri vale anche per i tuoi propri dati”.
“DRM.info – sottolinea Greve – è pensato per porre fine al silenzio sul DRM“.
Chiunque può già contribuire alla diffusione delle
informazioni contenute nel sito, e degli altri contributi che via via
si aggiungeranno, scaricando e “adottando” sul proprio sito il bottone DRM.info. […]

Leggi l’intero articolo su Punto Informatico

Technorati Tags:

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: