Gaidar fuori pericolo, giallo sulla malattia

MOSCA
L’ex-primo ministro russo Egor Gaidar, ricoverato in ospedale a Mosca
dopo essersi misteriosamente ammalato durante un soggiorno in Irlanda,
è fuori pericolo, secondo quanto hanno riferito i parenti, che
sospettano che sia stato avvelenato in relazione alla morte
dell’ex-spia Alexander Litvinenko e della giornalista Anna
Politkovskaya. «Il suo stato è soddisfacente, non è in rianimazione» ha
dichiarato la figlia Maria, citata dall’agenzia Ria-Novosti. «La sua
vita è stata seriamente minacciata» e «i medici sono tuttora non in
grado di spiegare il motivo» della malattia, ha aggiunto. Tuttavia,
secondo il quotidiano russo Kommersant, i medici di Gaidar – che
daranno venerdì la loro diagnosi definitiva – hanno affermato che
l’ex-primo ministro è stato sicuramente avvelenato. «I medici sono
inclini a concludere che tutti i sintomi indicano specificamente
l’avvelenamento» ha detto Maria Gaidar, citata da Kommersant. Gaidar è
tuttora considerato un oppositore moderato del presidente Vladimir
Putin. Il presidente russo Vladimir Putin ha telefonato a Gaidar
dicendosi preoccupato per la sua salute e augurandogli un pronto
ristabilimento, secondo il Financial Times.

MALATTIA MISTERIOSA
– Anatoli Tchubais, padre delle privatizzazioni russe e presidente del
monopolio dell’elettricità (Seu), ha anche lui sostenuto che
l’ex-premier è stato avvelenato e ha collegato l’avvelenamento a quello
di Litvinenko e all’assassinio della giornalista russa Anna
Politkovskaya. «Secondo me, è indiscutibile che la costruzione mortale
Politkovskaya-Litvinenko-Gaidar è estremamente attraente per chi cerca
di cambiare con la forza il potere in Russia» ha detto Tchubais secondo
quanto riferisce l’agenzia Interfax, pur escludendo un coinvolgimento
del Cremlino o dei servizi segreti russi.

dal Corriere di oggi

Technorati Tags: , , ,

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: