Pacs, perchè?!

D’Alema si affretta a ribadire che “l’allarme del Vaticano sui pacs «non è fondato, nessuno vuole distruggere la famiglia»”
«Noi vogliamo semplicemente riconoscere i diritti di italiani, donne e
uomini, che vivono insieme e hanno dei figli e che devono vedere
riconosciuti i loro diritti anche se non intendono unirsi in matrimonio».
Ma scusate, se vogliamo limitarci al matrimonio civile, non è questo il mezzo che una coppia ha per dichiarare allo Stato che da ora si vuole essere considerati un afamiglia, e quindi godere dei diritti ad essa riservati?!
Cosa vuol dire vivere insieme, avere dei figli e volere dei diritti senza unirsi in matrimonio?!?!
Cos’ha il matrimonio di tanto terribile in più di quello che vorrebbero offrire i Pacs per coppie eterosessuali (per quelle omo ovviamente il discorso è diverso, ma andrebbe affrontato ad hoc)??? Dei doveri??? Mi auguro che un aproposta di Pacs includa anche doveri oltre che offrire diritti.
Ovviamente questo è il mio punto di vista. Non sono sposato, non escludo una convivenza, ma il mio obiettivo è la creazione di una famiglia, riconosciuta da parenti e amici, ma anche dallo stato (oltre che dalla chiesa, nel mio caso) tramite un matrimonio.
qualcuno saprebbe spiegarmi perchè volere un pacs e fuggire il matrimonio?

Technorati Tags:

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: