Ricetta pasticcini di Belem

20 settembre, 2006

vagando in cerca di ricette, mi sono imbattuto in qulla dei mitici Pastei de Belem che mi hanno ricordato il mio ultimo viaggio in Portogallo…
Se qualcuno volesse cimentarsi nella loro preparazione, riporto la loro ricetta…
se poi vi vengono particolarmente bene, e voleste rendermi partecipe della vostra gioia culinaria… avvisatemi!!!!:-D

Per 4 persone

500 g di pasta sfoglia
0,5 dl. d’acqua
150 g di zucchero
1 cucchiaio da minestra di farina
2,5 dl. di latte
4 rossi d’uovo
1 chiara d’uovo
zucchero e cannella in polvere

  Pastéis de Belém – Pasticcini di Belém
Prendono il nome da una delle più belle di Lisbona alla foce del Tago: Belém appunto (contrazione di Betlehem) della famosa Torre simbolo della città, dell’imponente Mosteiro dos Jerônimos, del PadrŸo dos Descobrimentos ma anche del modernissimo Centro Culturale progettato dal nostro Gregotti. Sono dei pasticcini di pasta sfoglia con un ripieno tipo crema inglese, cotti in forno e serviti tiepidi o freddi spolverizzati di cannella o zucchero a velo o di entrambi. La pasta sfoglia potete acquistarla surgelata o farvela vendere dal vostro pasticciere. Stendetela a circa 2,5 cm di altezza e tagliatela a rondelle del diametro che possa servire a foderare degli stampini tipo budino un po’ svasati verso l’alto.

Fate scaldare l’acqua con lo zucchero sino a che si addensi e faccia il filo. A parte diluite la farina in poco latte freddo poi unite il latte restante i rosse e la chiara d’uovo (prima ben sbattuti); aggiungete lo zucchero diluito nell’acqua e ponete la casseruola in un bagno maria facendo cuocere per 10-12 minuti senza mai smettere di mescolare. Con questo composto riempite le formine già foderate di pasta e fate cuocere in forno caldo (250Ç) per circa 25 minuti; servite spolverizzando con zucchero e/o cannella.

  belem

Technorati Tags: , ,

Annunci

Si Parte…

28 luglio, 2006

Già, alla fine le tanto agognate ferie si avvicinano…

oggi è l’ultimo giorno in ufficio, e martedì si parte per Lisbona e dintorni…

Non vedo l’ora…

tanto più che questo sarà il primo viaggio fatto in solitaria…

dopo le ultime vicende di vita privata, che mi hanno riportato single dopo più di un anno passato splendidamente tra Como e Siena (e colgo l’occasione per ringraziare cmq tutte le persone che hanno contribuito a rendere questo anno speciale…), avevo bisogno di fare un’esperienza in solitaria…

Amo viaggiare, anche solo inteso come gita fouri porta, purchè sia in un bel posto, meglio se nuovo… ma ho la spiccata tendenza a lasciare che siano i miei compagni di viaggio a organizzare, ideare, proporre… io in genere metto solo l’entusiasmo e la presenza!

In più non ho mai avuto un particolare feeling con me stesso… non posso certo dire di adorarmi spudoratamente, ne di fare carte false per poter stare da solo…

Forse anche questo non aiuta i rapporti a due… chissà

Così, quale idea migliore di un viaggio, in una splendida città come Lisbona, dove avrei voluto andarci da anni, e in più da per mi (alla milanese..)

Magari mi rapineranno di tutto appena uscito dall’areoporto, magari mi perderò nei peggio vicoli del Rato, ma magari no, e sono piuttosto fiducioso sarà un’esperienze da ripetere!!!

Per cui, per ora auguro buone vacanze a chi capita di qua, e presto vi aggiornerò su questo breve ma tanto atteso viaggio!! 🙂

Lisbona -belem